Informativa Cookie

Perché Assemblea Teatro non va in streaming

12 marzo, 2020 - 12:59

Da diverse parti giunge il sollecito a presentare nostri lavori sul web in streaming.

Capisco la situazione di emergenza ma questa non mi sembra una cura necessaria. Anzi.

Per anni e anni, presentando gli spettacoli al mattino alle scolaresche, ho detto ai ragazzi che il teatro non era come guardare un film o un programma su uno schermo, perché viveva in un luogo particolare e straordinario come la contemporaneità.

Dicevo testualmente: se guardi un televisore o un monitor ti puoi alzare e andare in cucina a bere un bicchiere di latte oppure puoi rispondere al telefono, chi è sullo schermo va avanti come se nulla fosse, non ne risente. In teatro non si può, perché si creano fili invisibili di relazione tra chi fa e chi vede, tra chi parla e chi ascolta.

Dunque, li prenderei in giro se lo facessi.

Ci sarà presto un tempo per tornare a farlo, per me è meglio aspettare!

Per contro, mi dicono che il teatro è stato un tempo presentato in televisione. È vero, ma intanto doveva essere ripreso proprio coi tempi per la televisione ed era quella però una scelta educativa per ampliare le conoscenze a chi non ci poteva andare. Un po’ come “Non è mai troppo tardi” era un sostitutivo della scuola alfabetizzatrice che non c’era.

Poi tanto è cambiato il mondo scolastico e tanto è cambiata la televisione.

Il teatro è rimasto uguale a se stesso, certo anche arricchito di contaminazioni e nuovi linguaggi, ma la sua forza è rimasta la particolarità della sua artigianalità e il suo vivere direttamente a contatto col suo fruitore.

Anche noi, è vero, a volte lo filmiamo, ma è per trattenerne documentazione o per fare piccoli video promozionali.

Il virus fa già tanti danni così, non per mettiamogli di uccidere anche la specificità teatrale.

L’assenza dalle scene, oggi chiuse, ci permette forse di far risaltare ancora di più il suo valore. Tante volte sottostimato.

Quando lo spettatore tornerà a teatro, lo farà col piacere di ritrovare il modo per tuffarcisi dentro, terminato il freddo dell’inverno.

 

Renzo Sicco

Direttore Artistico di Assemblea Teatro

 

 

Tratto da Pangea.news

streaming

Il teatro è stremato ma lo streaming non è la strada giusta

(cliccare sul titolo per visualizzare l’articolo) 

 

 

 

 

 

One Response to : Perché Assemblea Teatro non va in streaming

  1. Claudia Bergantin says:

    Carissimo Renzo, nel mio piccolo, condivido pienamente il tuo pensiero. Sono felice di aver riposto la mia fiducia in Assemblea Teatro. Sarà per me un onore e un piacere poter venire a teatro quando si potrà. Grazie di tutto e un gran abbraccio a tutti voi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>