Informativa Cookie

SOTTO IL CIELO DEL CILE a MONCALIERI CITTA’ DEL VIAGGIO

23 settembre, 2014 - 17:00 Biblioteca Civica Arduino, via Cavour 34

un libro
di Renzo Sicco
prefazione di Gian Paolo Ormezzano
Angolo Manzoni Editore

Renzo Sicco, autore teatrale, regista e scrittore, proprio in quest’ultima veste sarà ospite del Festival letterario MONCALIERI CITTA’ DEL VIAGGIO, alla Biblioteca Civica Arduino, via Cavour 34, martedì 23 settembre alle 17. L’autore leggerà brani tratti dal suo libro SOTTO I CIELI DEL CILE, letture che saranno accompagnate da immagini di storie incontrate da Sicco nel suo camminare lungo i 4000 chilometri del paese “al fin del mundo”.

Il libro:

andare-vedere-sceneggiare-rappresentare… Il giornalista sportivo Gian Paolo Ormezzano parte da queste parole per raccontare, nella prefazione al libro “Sotto il cielo del Cile”, l’autore Renzo Sicco. Lo descrive come moderno giornalista, uomo che pratica, in modo particolare e inusuale, una forma di ricerca e racconto che nasce da ciò che vede. Forse lo si potrebbe chiamare giornalismo culturale, una ricerca volta ad essere, più che divulgata, letteralmente raccontata, con il tramite della parola e della scena. Un viaggiatore capace di sentirsi a casa propria ovunque, e – allo stesso tempo – di portare la propria casa, Torino, ovunque con sè. Renzo Sicco, in modo semplice e diretto, racconta il cielo del Cile così come lo ha vissuto nei suoi viaggi. Molte storie scoperte grazie a un’innata curiosità, divorate, assimilate e poi, grazie alla penna, portate a casa in valigia, pronte per essere nuovamente narrate.
Renzo Sicco ha conosciuto il Cile viaggio dopo viaggio, tournée dopo tournée. E’ salito su un mercantile per arrivare, attraverso le rotte commerciali, nel sud più estremo, quello della Patagonia, quello della leggendaria fin del mundo, ha seguito carovane che andavano nel nord, in un deserto dove sbocciano le rose una sola volta l’anno, e lì ha trovato in un caffè una giovanissima musicista che sarebbe diventata protagonista in diversi lavori di Assemblea Teatro. Ha dato vita con un proprio spettacolo all’idea di un Teatro da realizzare, ed effettivamente poi realizzato nel Museo de la Paz a Villa Grimaldi, ha stretto le mani di pescatori come quelle di grandi scrittori e ha ascoltato marinai o minatori che avevano storie da raccontare.
“Sotto il cielo del Cile – racconti dal fin del mundo” è tutto questo. Suggestioni, emozioni, fatica e lavoro che, dopo molti e molti viaggi, lo hanno portato a raccontare il funerale di Pablo Neruda nelle stesse case del Poeta cileno, rivolgendosi a un pubblico di persone che vissero in prima persona i giorni del golpe.

Ingresso libero

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>