Informativa Cookie

LE ROCKSTAR NON SONO MORTE

05 dicembre, 2014 - 21:00 CIRCOLO DEI LETTORI sala grande - Via Bogino 9

ASSEMBLEA TEATRO
presenta

LE ROCKSTAR NON SONO MORTE

di Valerio Piperata (edizioni e/o)

partecipano
Valerio Piperata
Partecipano Vicio (Subsonica), Vito Miccolis (El Tres – Espresso Atlantico), Didie Caria
conduce l’incontro Renzo Sicco
lettura di Andrea Fardella

A Torino, per la prima volta, un giovanissimo autore romano, appena 25 anni, e già tanta voglia di sorprendere. Valerio Piperata, classe 1989, studente di Lingua e letteratura russa alla Sapienza di Roma. LE ROCKSTAR NON SONO MORTE è il suo primo romanzo.
Assemblea Teatro lo porta a Torino, negli spazi del Circolo dei Lettori, in un incontro che unisce la musica, quella suonata, alla parola scritta, per rendere emozioni, turbamenti, follie, che della musica dal vivo sono la base.
In sala, per l’occasione, Vicio per i Subsonica e Vito Miccolis di El Tres, rappresentanti di una Torino che ha saputo proporre la propria musica sui palchi italiani ed internazionali, Dide Caria, musicista della “nuova” generazione.

LE ROCKSTAR NON SONO MORTE è un romanzo esilarante sulle rock band. Due liceali inventano un complesso sgangherato tra tour di Provincia, manager, sogni di successo, scalate e cadute, ideali e amori. Un anno scolastico il tempo in cui racchiudere questa storia. I dischi, la forza del rock, a smuovere mari e monti. Ma anche la voglia di farcela, la caparbietà, l’appoggio di amici, genitori, nelle avventure, anche le più difficili.
LE ROCKSTAR NON SONO MORTE, a differenza di ciò che lo ha preceduto – dalle ultime pubblicazioni al Jack Frusciante di ventennale memoria – è un romanzo rock contemporaneo, fresco, che al centro pone uno studente dei giorni nostri, non un ragazzo degli anni ‘70/’80.
Ecco allora tanto divertimento e situazioni paradossali, un ragionamento aperto, importante, sulla musica oggi: quanto e come interessa ai giovani, chi sono le rockstar, i talent-show e il pubblico che ancora smania per la musica dal vivo, ma anche le Usb e i file musicali, i vinili e i cd, i locali che fanno musica, ma che non sanno più pagarla.

Protagonista il mondo che ancora deve venire, i giovani che sgomitano per prendere un posto in società, per diventare le rock star di domani.

Un libro che, per tutti questi motivi, ci offre uno sguardo capace di andare ben oltre la musica, dandoci la preziosa possibilità di osservare i problemi dell’oggi con un bel sorriso stampato in faccia, mettendo da parte, per il tempo di una lettura, il pessimismo cosmico e la tristezza.

Davide Fagiolo è un liceale timido e introverso che passa le giornate ad ascoltare musica, fantasticando sui suoi gruppi preferiti. Mette su una band, I Vecchi, con il suo unico amico e compagno di banco, Tommaso Sciarra, con il cantante neomelodico napoletano Mario Pannocchia e con Adriano Trota, un maldestro criminale di borgata. Dopo le prime esibizioni e un piccolo tour nella provincia, I Vecchi ottengono l’attenzione della Dream Records e del manager Nino Fabula. Incredibilmente la band sembra avere successo, ma deve fare i conti con la sfiga e la cialtronesca ferocia del mondo discografico. Il romanzo, narrato in prima persona dalla voce del protagonista, Davide Fagiolo, racconta le vicissitudini di quattro ragazzi socialmente emarginati, che trovano senso alle loro rispettive esistenze solo in quanto membri della band. La storia procede parallela rispetto ai sogni di successo e alle fantasie smaliziate e un po’ infantili del protagonista, le cui vicende personali, familiari e sentimentali si intrecciano con il percorso della band. L’intreccio è ispirato a fatti realmente accaduti alla band dell’autore, e ha l’ambizione di raccontare anche una realtà, che è quella dell’underground musicale italiano, costellata di pseudoprofessionisti cialtroni e di gestori squattrinati di locali senza nemmeno un palco.

Ingresso libero

Informazioni
www.assembleateatro.com

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>