Informativa Cookie

La Magica Commedia

09 aprile, 2018 - 10:00 Teatro Agnelli, via Paolo Sarpi 111 - Torino

fascia d’età: 06 – 10 anni

Tarabateatro /Associazione Culturale Baba Yaga

di Annapaola Bardeloni

con Chiara Tessiore

effetti sonori Stefan Gandolfo

“Siamo qui per raccontare una storia che più strana stramba e stralunata non si può
che comincia in una selva nel mezzo del cammino di una vita…”

Il nostro sguardo, esperienza interattiva e itinerante, si propone come viaggio condiviso attraverso la paura: gli spettatori-viaggiatori si trovano catapultati (…ed intrappolati…) dentro ad un sogno, un sogno già sognato e raccontato da altri viaggiatori, e che hanno lasciato tracce per permetterci di risvegliarci e uscirne fuori.
E così i piccoli spettatori divengono, da subito, protagonisti dello spettacolo, vengono coinvolti in maniera interattiva in un buffo viaggio, concepito in forma di gioco; un viaggio-gioco con regole e tappe:

… regola numero uno: indietro non si torna …
… regola numero due: l’unico modo per uscirne è andare avanti …
… regola numero tre : si può chiedere aiuto a chi c’è già passato …

Per portare a termine il percorso – ricco di prove, misteri e storie – per riuscire a risvegliarsi e uscire fuori da questo sogno già sognato e ri-sognato, potranno contare sull’aiuto di una guida: una guida assai fifona, in verità … ! Toccherà proprio ai bambini convincerla ad andare avanti, spronarla ad affrontare le sue paure, aiutarla a capire le parole della “strana lingua” del “Maestro Dante”che, a tratti, fanno capolino dal librone che lei porta con sè …
Insomma, insieme impareremo a fare tesoro delle paure già vissute e raccontate per imparare la strada da chi ci è già passato.
Dante vive l’Inferno, ci passa attraverso e ne esce proprio perché è in grado di raccontarlo: la paura si affronta e si sconfigge conoscendone e riconoscendone la natura. E anche i Mostri – una volta riconosciuti- non sono più così terrificanti…
Anche la scenografia, la “geografia infernale” che durante il viaggio ci ha tanto spaventato, è fatta di oggetti innocui: scope, maschere, lampadine, teli di plastica, scatole di cartone…
La notte dell’incubo terminerà alla luce delle stelle. E con la luce guarderemo con occhi nuovi le nostre vecchie paure.

Ridere dei diavoli, tirare fango puzzolente nelle fauci delle tre bocche di Cerbero, salire in groppa a Gerione e volare attraverso l’inferno a cavallo della paura.
… Che sogno!

… Entriamo… Incamminiamoci … Zaino in spalla, caschetto da esploratore e via! Si parte per il viaggio, per il sogno del nostro maestro Dante! Insieme mettiamo in moto la forza dell’immaginazione e torniamo a riveder le stelle! Non bisogna affatto essere grandi per fare questo viaggio, per sognare questo sogno, non deve per forza capitarci …

“Nel mezzo del cammin di nostra vita” …

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>