Informativa Cookie

Francesco, il lupo e il Principe Siddhartha

23 maggio, 2021 - 11:00 Teatro Agnelli, via Paolo Sarpi 111 - Torino

Rassegna “DOMENICAMATTINATEATRO”

Età: dai 6 anni

 

Presentato da Il Mutamento Zona Castalia

 

drammaturgia e regia Giordano V. Amato

con Amandine Delclos

musica dal vivo di Claudio Micalizzi

costumi Roberta Vacchetta

oggetti di scena Luca Lusso

 

Dasa è nato in Umbria, a Monteleto, vicino a Gubbio e della sua nascita ricorda quello che solitamente nessuno ricorda! Non solo, sa anche che il suo nome è stato udito molto molto lontano. Il piccolo Dasa ama le storie antiche: quelle che riceve e quelle che racconta. Storie di lupi, uomini coraggiosi, caprette e sacerdoti.

Fa incontri ordinari e straordinari ma soprattutto sogna. Dasa fa dei sogni molto strani, che non racconta mai a nessuno, sogna delle montagne altissime e innevate e degli animali che non ha mai visto in Umbria e forse esistono solo nella sua fantasia. Dasa sogna il Tibet!

Ma Dasa sogna o ricorda?

Le risposte arrivano da lontano e… l’avventura comincia!

 

Lo spettacolo propone un ponte culturale che pone al centro un tema apparentemente privo d’interesse nella realtà attuale: la rinuncia; un tema di nessuno o poco interesse, diventato improvvisamente molto popolare e perfino necessario a seguito dell’attuale pandemia.

In punto di morte il Rabbi Sussja disse: «Nel mondo futuro non mi si chiederà: “Perché non sei stato Mosè?”; mi si chiederà invece: “Perché non sei stato Sussja?”» (Martin Buber)

Il Buddhismo Tibetano propone un pensiero religioso e filosofico molto lontano dal nostro. Nonostante una certa diffusione del Buddhismo anche alle nostre latitudini, il senso profondo delle sue idee resta probabilmente in gran parte estraneo alla nostra comprensione profonda. Dunque, perché farne il tema di uno spettacolo? Oltretutto dedicato ai piccoli e ai ragazzi. Inoltre: come comunicare un punto di vista apparentemente tanto distante?

È necessario chiarire che lo spettacolo Francesco, il lupo e il Principe Siddhartha non ha questa pretesa; non è un trattato di filosofia né un’opera religiosa. Si contestualizza e prende spunto da questi grandi temi, ma si concentra su qualcosa di molto più concreto e vicino a noi. Si concentra su problemi attuali.

 

ingresso unico € 5,00

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>