Informativa Cookie

chi siamo

L’Insolito alle frontiere del Teatro

Assemblea Teatro opera a Torino (Italia) professionalmente dal 1976 come sviluppo del gruppo omonimo dal 1967.
Da oltre trent’anni realizza interessanti iniziative nella scuola e nel territorio producendo storici spettacoli quali Melofiaba, After punk revolution, Nei segni dell’alveare, Ai ruffiani ai ladri ai bevitori di birra, Il contadino che allevava parole, Al Bergo Bergonzoni, L’uomo la bestia e la virtù, Il rossetto sull’ostia.
Assemblea Teatro, gruppo fra i più vitali del panorama italiano, porta con successo i suoi spettacoli in giro per l’Europa e per il mondo ottenendo ovunque significativi riconoscimenti.

Fuochi, Ironicamente, Galline, Cantico delle creature, I tre cavalieri del Graal, L’ultima notte di Giordano Bruno, In fra li casi de la vita e le magie de’ cieli libertà vò cercando, Le rose di Atacama sono alcuni titoli rappresentativi della vasta produzione della Compagnia.

I più recenti allestimenti sono: Interferenze fra la città e gli uomini realizzato per il programma Italyart nell’ambito delle Olimpiadi della Cultura, La gabbianella e il gatto che le insegnò a volare di Luis Sepúlveda, Il piccolo principe di Antoine de Saint-Exùpery, Più niente al mondo di Massimo Carlotto, Come secchi d’acqua in un incendio con testi di Erri De Luca e Maurizio Maggiani, Polvere, scritto da Massimo Carlotto, Visibilinvisibili con testi di Gabriele Romagnoli ed Erri De Luca, Aladino nella città e Sul fondo diretti da Gianni Bissaca, Il deserto dei tartari nel riadattamento di Guido Davico Bonino realizzato alla Fortezza di Fenestrelle (To),Camaleonte – Io cambio pelle è stato realizzato nelle maggiori discoteche del Piemonte, Dialoghi tratto da Dialoghi con Leucò di Cesare Pavese presentato in prima nazionale nella casa natale dello scrittore a Santo Stefano Belbo, e lo spettacolo evento Emmedue realizzato con la partecipazione straordinaria di Alessandro Bergonzoni, Gad Lerner, Claudio Sala. Lo spettacolo Più di mille giovedì – La storia delle Madres de Plaza de Mayo rappresentato anche a Montecitorio, presso la Sala del Cenacolo e in Plaza de Mayo a Buenos Aires- Argentina.

Oltre al repertorio teatrale ed alla organizzazione di rassegne di spettacoli, Assemblea Teatro si è distinta anche per la produzione di eventi e l’allestimento di interessanti esposizioni artistiche.
Il nucleo storico deve la sua formazione sia a collaborazioni professionali qualificate che ad importanti incontri ed esperienze con personaggi del panorama culturale italiano ed internazionale. Tra i tanti: Augusto Boal, Giuliano Scabia, Lindsay Kemp, Italo Calvino, Erri De Luca, Laura Mancinelli, Francesco Biamonti, Gabriele Romagnoli, Marina Jarre, Laura Pariani, Bruno Arpaia, Aidan Mathews, Ruth Oppenheim, Peter Gabriel, David Sylvian, Vittorio Nocenzi, José Caldas, Ugo Nespolo, Cesc Gelabert, Luis Sepúlveda, Carmen Yàñez, Inti Illimani, Francesco Di Giacomo, Guido Harari, Lidia Azzopardi, Mick Karn, Alice, David Leavitt, Maurizio Maggiani, Lidia Ravera ed altri ancora, ognuno a suo modo prigioniero della stessa follia di vivere.

La compagnia è socio dell’Associazione Scenario, nata nel 1987 dall’impegno di un soggetto istituzionale, l’ETI Ente Teatrale Italiano, e di un gruppo di soggetti teatrali pubblici e privati, con lo scopo di promuovere iniziative culturali rivolte in particolare ai giovani artisti di teatro (come il Premio Scenario, giunto alla nona edizione), individuando nel rapporto fra le generazioni e nella trasmissione dell’esperienza i fondamenti per la vitalità e lo sviluppo della cultura teatrale.
Assemblea Teatro cura da più edizioni il Festival di Villa Faraldi (Im), la rassegna estiva di spettacoli alla Fortezza di Fenestrelle (To) Attorno alla fortezza inclusa nel circuito culturale italo-francese Sentinelle delle Alpi, il Grinzane Festival nelle Langhe, Monferrato e Roero, la rassegna tematica Il Teatro delle religioni, la stagione Insolito presso il Teatro Agnelli di Torino, la stagione Una Finestra Sulle Valli a Villar Perosa (To).
Promuove il Festival del teatro ragazzi e giovani: Il gioco del teatro.

Da più di vent’anni Assemblea Teatro rappresenta con successo i propri spettacoli in Francia, Spagna, Portogallo, Olanda, Gran Bretagna, Germania, Danimarca, Ungheria, Polonia, Austria, Svizzera, Tunisia, Malta, Messico, Brasile, Argentina, Uruguay, Cile, Turchia, Sud Africa, Cuba, Venezuela e Norvegia.

E dietro le quinte… un camion bianco in movimento!

Con la fine della primavera il teatro freme. Non quello fatto di mattoni, ma quello fatto di attori, persone, rassegne.
E allora ecco che si muove, invade lo spazio, macina chilometri, arriva nelle piazze, sotto i balconi, nei parchi, su in miniera, e ovunque si ferma. Almeno per una sera!
Si aprono i portelloni di un camion bianco, con grandi scritte che lo identificano.. Ed è subito spettacolo.
Casse che vuotano sdoppi, riduzioni, bauli che proteggono fari, regie mobili, consolle. E poi, collegati tutti i cavi, alzate le luci, semplici assi possono diventare palco, e la corrente trasporta la magia.
Cala il sole…ed è luce!
Il teatro di chi il teatro lo monta, uomini che il teatro lo trasportano, lo rendono tale a casa del pubblico. Accesi i riflettori, la voce va agli attori. Lo spettacolo è parole e musica, è poesia, è letteratura, è regia e drammaturgia.
Ecco che il teatro è fatica, è passione, è carne. Un modo di dare emozione, di creare sensazioni, di farsi conoscere. Lo si fa trasportando l’arte, con i camion, con i giorni fatti di viaggi e montaggi, le sere di spettacoli e persone. E dopo ogni spettacolo, ogni sera, uno smontaggio. Riportare tutto indietro, nelle casse, tutto al suo posto, come alla fine di un magico incantesimo che però di lì a poche ore riapparirà.

Il teatro è anche questo, la magia di un camion e di chi lo guida, una magia che spesso dura un’unica notte!