Informativa Cookie

Assemblea Teatro pianta gli alberi

20 novembre, 2019 - 16:15

WhatsApp Image 2019-11-20 at 15.00.19

Il 21 novembre ricorre la Festa nazionale dell’Albero. Assemblea Teatro sarà parte integrante della grande comunità green italiana con la piantumazione di otto nuovi alberi: mercoledì 4 dicembre, a partire dalle ore 8, in piazzale San Gabriele di Gorizia, davanti ai numeri civici 175 e 177 bis, ci sarà la messa a dimora di otto alberi di Lagerstroemia Indica donati da Assemblea Teatro nel quadro dell’iniziativa, promossa dal Comune di Torino, “Regala un albero alla tua città”.

Questa piantumazione rappresenta il naturale corollario a quanto promosso in questi giorni da Assemblea Teatro, nel Mausoleo della Bela Rosin, in occasione del 150° anniversario delle Biblioteche Civiche Torinesi: la mostra delle fotografie di Nicola Roggero “Il libraio che piantava gli alberi” (ad ingresso libero, aperta al pubblico fino al 1° dicembre) e le repliche fino al 24 novembre, sempre al Mausoleo, dello spettacolo “L’uomo che piantava gli alberi”.

LE BUONE NOTIZIE NON INTERESSANO

 La mattina di mercoledì 4 dicembre, 75 bambini sono stati contenti di parlare, cantare, ascoltare e vedere piantare alberi. Centinaia di abitanti di un grande condominio sono stati contenti di vedere il marciapiede del loro palazzo riacquistare 8 alberi di mirto crespo, che da decenni erano scomparsi. Centinaia di passanti sono stati coinvolti e contenti che la loro città si abbellisse con gli alberi, e guadagnando verde guadagnasse respiro. Una squadra di operai dell’Alberate della Città di Torino erano contenti perché il loro lavoro e la loro fatica veniva apprezzata da bambini e grandi, e valorizzata da un gruppo di attori di Assemblea Tetro. Di tutta questa felicità non avete visto una sola riga sui giornali cittadini perché CIÒ CHE È BELLO NON FA NOTIZIA, meglio sparare i litigi e le risse politiche, gli incidenti soprattutto se gravi, gli omicidi, i furti, meglio se accompagnati da violenze, le violenze meglio se sulle donne. Insomma, se fa inorridire aiuta a vendere. Il bello evidentemente no. Ci sarebbe da esserne turbati e seccati se non fosse che è ben più importante quel che si fa di quel che si dice. Quel che non si dice segnala l’ormai pessima funzione in cui è scivolato il giornalismo. A noi resta la soddisfazione che il bello abbia portato il sorriso e questo ce l’ha confermato Ilaria, la ragazza del caffè Matricola che ha preparato un centinaio di cioccolate calde con il wafer per tonificare i giovani studenti partecipanti, coi loro insegnanti, alla manifestazione. Infatti Ilaria ha colto la felicità dei ragazzi ma anche quella degli abitanti anziani del palazzo che le dicevano quanto fosse bello poter partecipare a qualcosa di positivo circondati da tanti bambini così come gli sguardi e la curiosità dei molti clienti tutti sorpresi da un gesto di generosità semplice, capace di arricchire l’habitat di tutti.

Renzo Sicco

ASSEMBLEA TEATRO HA PIANTATO GLI ALBERI

Comunicato stampa

Questa mattina, a partire dalle 9, in piazzale San Gabriele di Gorizia, sul marciapiede davanti ai numeri civici compresi tra il 175 e il 177 bis, sono stati messi a dimora gli otto alberi di mirto crespo (Lagerstroemia indica) donati da Assemblea Teatro nel quadro dell’iniziativa, promossa dal Comune di Torino, “Regala un albero alla tua città”.

Con il presidente della Circoscrizione 8, Davide Ricca, alla presenza degli operatori e dei funzionari dell’Ufficio Alberate del Comune, hanno partecipato anche una settantina di alunni di tre classi di quinta elementare, dell’Istituto comprensivo Sandro Pertini, alla piccola, informale cerimonia della piantumazione preparata da Assemblea Teatro.

Mentre gli operatori procedevano con la sistemazione degli otto giovani alberi di mirto crespo, i ragazzi hanno ascoltato, dagli attori di Assemblea Teatro, la lettura di alcune pagine de “L’uomo che piantava gli alberi”, hanno cantato “Ci vuole un fiore” di Sergio Endrigo. Il tutto accompagnato delle amabili ed accurate spiegazioni di Grazia Nitti – che per più di 20 anni ha lavorato nel campo botanico occupandosi di coltivazioni, erbe medicinali, con la fascia scolastica dell’obbligo (dalla terza elementare fino alla terza media) – e di Daniele Hosmer Zambelli, dell’Ufficio Alberate. A tutti i ragazzi della Sandro Pertini, il Caffè Matricola, del piazzale San Gabriele di Gorizia, ha offerto una cioccolata calda per rifocillarsi e riprendersi dalla temperatura rigida della mattinata.

La piantumazione di oggi rappresenta il naturale corollario a quanto promosso in questi giorni da Assemblea Teatro, nel Mausoleo della Bela Rosin, in occasione del 150° anniversario delle Biblioteche Civiche Torinesi: la mostra delle fotografie di Nicola Roggero “Il libraio che piantava gli alberi” (che si è conclusa il 1° dicembre) e le repliche proseguite fino al 24 novembre, sempre al Mausoleo, dello spettacolo “L’uomo che piantava gli alberi”, da Jean Giono.

L’idea di mettere a dimora i nuovi alberi è nata dal progetto di Assemblea Teatro “Parole contro le fiamme”, avviato due anni fa in occasione dei devastanti incendi avvenuti a Pedrógão Grande in Portogallo e in Valle di Susa successivamente, con la lettura scenica, curata da Renzo Sicco, del prezioso racconto di Jean Giono “L’uomo che piantava gli alberi” (pubblicato in Italia da Salani Editore) in cui si apprende della vita di Elzéard Bouffier, pastore solitario e tranquillo che, con molta fatica e senza nessun tornaconto personale, occupava tenacemente il suo tempo a piantare querce in una landa desolata. Iniziative e segnali, questi, che si inquadrano in una consapevolezza e in una acuta sensibilità verso le tematiche ambientali di cui Greta Thunberg è l’ultima giovane e fresca paladina, che segue – tra i tanti – l’appello di Carlin Petrini per piantare, in Italia, nel più breve tempo possibile, almeno 60 milioni di alberi: un finalmente benvenuto green new deal di cui Assemblea Teatro si sente sinceramente parte e, per certi versi, anticipatore.

(4 dicembre 2019)

 

Ecco il video realizzato da Renato Di Gaetano per l’occasione, un efficace riassunto dello svolgimento della mattinata; la messa a terra dei giovani alberi, la lettura de “L’uomo che piantava gli alberi” di Jean Giorno, le spiegazioni di insegnanti ed operai impegnati nella piantumazione, i giochi ed i canti di gruppo. Il tutto arricchito dalle parole dei giovani ospiti dell’iniziativa:

Assemblea Teatro pianta gli alberi (cliccare sul titolo per visualizzare il video)

Di seguito pubblichiamo alcune foto dell’evento. Ringraziamo Nadia Pugliese per gli scatti (cliccare sulle fotografie per ingrandirle)alberi_assembleateatro07

alberi_assembleateatro04

alberi_assembleateatro17

alberi_assembleateatro16

alberi_assembleateatro12

alberi_assembleateatro11

alberi_assembleateatro06

alberi_assembleateatro13

alberi_assembleateatro15

alberi_assembleateatro18

alberi_assembleateatro05

alberi_assembleateatro09

alberi_assembleateatro10

alberi_assembleateatro02

Tratto da torinoggi.it, articolo del 4 dicembre 2019:

torinoggi4dic

 

Gli attori di Assemblea Teatro piantumano otto alberi guidati dalle parole di Giono (cliccare sul titolo per visualizzare l’articolo)

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>